LOLITA

Una vita da kodak anni ’90,
una vita policrome:
negativo di due occhi
troppo profondi,
un sorriso troppo complicato
per amarti in tecnicolor, Lolita.
Per la mia nostalgia vaporwave lofi
ti ho lasciata bruciare
la mia anima
che si infiamma con te
più veloce di una pellicola, Lolita.
A me importa di te
anche se a nessun’altro importa
della mia Lolita,
l’altra metà dei miei sogni chillwave;
e vorrei portarti a fotografare l’oceano
mentre bevo il tuo amore
in un tiki, Lolita,
con una cantante lirica hawaiana
in una radio d’estate,
e amarti sul bagnasciuga stanotte
o col tramonto fuji:
non sarebbe abbastanza
dirti che ti amo contro l’aurora
prima che sia troppo tardi
per tornare a vivere normale.
Lolita, l’anima maledetta
di chi non riesce ad amarti
o dirtelo e basta
o dirselo e amarti ancora,
Lolita.

– Räd

tratto da “VHS” (2018)

#FreeThePoetry

– tutti i diritti riservati, ogni contenuto è depositato su Patamu, n.64459

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: